instagram
twitter
whatsapp

Newsletter

euroeconomie (10)
euroeconomie2

Stay updated on all the news from euroeconomie.it

[14/06/2024 07:38] EU to impose additional tariffs of up to 38% on Chinese EVs[07/06/2024 17:24] ECB cuts key rate by quarter point[25/05/2024 12:14] Macron to meet German president in first state visit in 24 years[25/05/2024 11:09] G7 finance summit seeking unity on China and Ukraine[21/05/2024 16:43] The EU Council has definitively approved the AI Act: the world's first law on technology[17/05/2024 08:49] Spring 2024 Economic Forecast: A gradual expansion[10/05/2024 07:34] Happy Europe Day 2024[08/05/2024 19:07] Macron press China's Xi on fair trade at Paris summit[24/04/2024 08:13] European Parliament adopts fiscal rules reform[17/04/2024 21:30] Draghi's reports on Eu competitiveness and Letta on the single market will outline the Eu economic debate[16/04/2024 16:54] MEPs approve reforms to the EU electricity market[16/04/2024 16:45] Parliament adopts reform of the EU gas market[15/04/2024 16:23] Ecofin, Gentiloni: The debt will fall, do not reduce public investments[11/04/2024 15:12] ECB holds rates at record highs, signals upcoming cut[10/04/2024 22:18] Gentiloni: we need to transform the Recovery and Resilience Facility into a permanent resource[07/04/2024 12:06] EU-US: the sixth ministerial meeting of the Trade and Technology Council[04/04/2024 18:50] L'Europa rigenerata dall'economia civile. Il dibattito promosso da Next a Roma[04/04/2024 15:59] I 75 anni della NATO. Stoltenberg : servono 100 miliardi di dollari per Kiev[02/04/2024 21:22] Al via l'ingresso di Bulgaria e Romania nella area Schengen[25/03/2024 22:13] Lagarde ai leader Ue, 'l'inflazione calerà ancora'[25/03/2024 21:51] La Commissione UE innalzerà i dazi sulle auto elettriche prodotte in Cina importate nell'UE[25/03/2024 17:51] Consiglio europeo di marzo: confronto sulle risorse per accrescere le spese militari[25/03/2024 16:57] Gli scenari dei rapporti economici tra UE e Cina. Intervista all'Avvocato Marazzi[13/03/2024 06:33] Eurogroup: Stability Pact rules to be introduced by 2024[06/03/2024 15:02] Western Balkans: six billion euros from the EU for economic convergence[06/03/2024 06:32] CRSD Directive: the need to insist on an EU production system aligned with virtuous models of sustainable development[02/03/2024 21:43] The economy in the program of Nicolas Schmit, spitzenkandidaten of the PSE[27/02/2024 12:34] Lagarde: politics should take further steps towards European integration[24/02/2024 16:28] Draghi to Ecofin: "huge resources are needed for double transition, defense and our models of social cohesion"[24/02/2024 07:27] Eurogroup: reactions to the French appeal on the Capital Markets Union[24/02/2024 07:14] Eurogroup: Le Maire's appeal for the union of the capital market[19/02/2024 12:54] European Commission: President Von der Leyen applies for a second term[17/02/2024 12:58] Pil 2024, Ue lima stime crescita dell'Eurozona[14/02/2024 22:32] Euroeconomie e la Fondazione Buozzi presentano l'ultimo libro di Marco Buti[12/02/2024 16:25] Nuovo Patto di stabilità, trovato l'accordo tra Consiglio e Parlamento europeo
euroeconomie4

Ecofin, Gentiloni: The debt will fall, do not reduce public investments

15/04/2024 16:23

Euroeconomie

Euroeconomies, euroeconomie, eurogruppo, Ecofin, Antonio De Chiara , aprile 2024, 11 aprile 2024, 12 aprile 2024, investimenti pubblici ,

Ecofin, Gentiloni: The debt will fall, do not reduce public investments

All'Ecofin del 12 aprile il commissario all'economia indica nella crescita degli investimenti pubblici lo strumento per abbattere i debiti dei Paesi Ue

EN. There will be a reduction in the debt of European countries, but it is important not to reduce public investments. This was stated by the European Commissioner for Economy, Paolo Gentiloni, upon his arrival at the Ecofin meeting on 12 April in Luxembourg.

 

 

IT : Ci sarà una riduzione del debito dei Paesi europei, ma è importante non ridurre gli investimenti pubblici. Lo ha affermato il commissario europeo all'Economia, Paolo Gentiloni, al suo arrivo in Lussemburgo  alla riunione dell'Ecofin del 12 aprile.

 

Dopo il via libera al Nuovo Patto di stabilità, i consessi economici dell'Unione hanno ripreso a focalizzare le prospettive delle variabili del debito e degli investimenti in un'ottica di lungo termine. A questa due polarità nevralgiche del dibattito economico nell'Ue s'informa, da tutta la legislatura, il confronto tra due visioni. La prima individua nella cautela di gestione dei debiti pubblici la priorità e la seconda insiste sulla necessità di puntare su una sempre più crescente politica comune di investimenti pubblici. L'Eurogruppo e l'Ecofin di aprile non hanno fatto eccezione e non è un caso se il commissario all'economia Gentiloni sia tornato a perorare la causa della necessità di investimenti pubblici in un orizzonte che va oltre il NextGenerationEU, indicando nel rinnovato impiego di risorse con nuove emissioni comuni, lo strumento per perseguire importanti obiettivi di crescita. Al Punto stampa dell'Eurogruppo dell'11 aprile Gentiloni ha dichiarato che, oltre al NextGeneration EU è importante "pensare ad altri piani di investimento comuni, per esempio sulla difesa comune europea".

Secondo Gentiloni nei consessi economici dell'Unione è utile considerare, quando Next Generation Eu sarà concluso, che risorse derivate da nuovi bond europei sui mercati possono essere utilizzate per altri obiettivi. Il commissario ha fatto notare che "questa non è una discussione che avverrà fra quattro anni, ma è di queste settimane”.

L'indomani, venerdi 12 aprile, in occasione del suo arrivo all'Ecofin in Lussemburgo, il commissario Gentiloni ha significativamente dichiarato che nell'Unione “non bisogna ridurre gli investimenti pubblici”.

Il commissario ha sottolineato che “certamente i paesi fortemente indebitati hanno un impegno particolare a ridurre il proprio debito in modo progressivo e differenziato da un paese all’altro. Le nuove regole del Patto di stabilità , che spero vengano approvate in via definitiva dal Parlamento europeo la prossima settimana, costituiscono un percorso di medio termine progressivo ma molto convincente - ha rimarcato - ci sarà una riduzione del debito, l'importante è che questa sia non fatto a scapito degli investimenti pubblici”, ha aggiunto. “Per fortuna fino ad oggi, nonostante la crisi finanziaria di dieci o quindici anni fa, gli investimenti pubblici in Europa non sono diminuiti, ma al contrario sono aumentati. E dobbiamo continuare a farlo. L’idea che per ridurre il debito dobbiamo ridurre gli investimenti pubblici sarebbe un’idea negativa”, ha concluso Gentiloni. 

 

Antonio de Chiara @euroeconomie.it


instagram
twitter
whatsapp

@2021-2023 EUROECONOMIES

WEBSITE CREATED BY Q DIGITALY

Create Website with flazio.com | Free and Easy Website Builder